PIU' ENERGIA PER LA TUA ATTIVITA'

Le tariffe dell'energia elettrica

Quando si procede ad effettuare un preventivo o a raccogliere informazioni allo scopo di una valutazione circa un’offerta di energia elettrica, si è soliti chiedere il costo dell’energia.

Il costo del kwh è un indice importante nella stima di un piano tariffario, ma non è certamente l’unico valore da tenere in considerazione. La bolletta dell’energia elettrica è composta da una dozzina di voci, a cui vanno sommate le varie accise e l’imposta di valore aggiunto.

Se il prezzo della materia prima non è il solo costo da valutare, da quali altre voci è composto l’importo della bolletta?

Le componenti principali sono quattro:

  1. spesa per la materia prima
  2. spese di trasporto e gestione contatore
  3. spese per oneri di sistema
  4. imposte statali

Le quattro componenti principali sono suddivise a loro volta in altre componenti.

Spese per la materia prima
comprendono i costi per l’acquisto, il dispacciamento e la vendita dell’energia. sono composti da:

  • PE – Prezzo Energia – comprende il costo per l’acquisto dell’energia e le perdite di rete, cioè l’energia che viene persa durante il trasporto
  • PD – Prezzo Dispacciamento – costo del servizio che garantisce l’equilibrio tra energia immessa e energia consumata dagli utenti
  • PCV – Prezzo Commercializzazione Vendita – costo fisso annuo corrispondente alla gestione commerciale del fornitore
  • PPE – Prezzo Perequazione Energia – componente che stabilisce l’equità tra i costi PE e PD previsti e quelli effettivi; può essere a debito o a credito
  • DispBT – Componente di Dispacciamento – costo atto a compensare la differenza tra gli importi PCV e i costi di gestione riconosciuti dalle imprese nel mercato libero

Spese di trasporto e gestione contatore
comprendono le spese sostenute per la messa in opera e la manutenzione della rete di distribuzione, composte da:

  • Tau 1 distribuzione – quota destinata ai costi relativi alla distribuzione
  • Tau 1 misura – quota destinata ai costi operativi e di investimeto del servizio di misura
  • Tau 1 commercializzazione – quota destinata ai costi di copertura e commercializzazione
  • Tau 3 – quota variabile destinata ai costi operativi
  • UCI 3 – componente che copre gli squilibri dei sistemi di perequazione dei costi di trasporto sulla distrbuzione
  • UCI 6 – componente che copre parte dei costi relativi agli incentivi alle imprese che gestisono il trasporto e la distribuzione

Spese per oneri di sistema
comprendono i costi relativi alle spese destinate agli incentivi statali e agli investimenti relativi, composti da:

  • Asos – oneri relativi al sostegno delle energie rinnovabili
  • Arim – rimanenti oneri generali

Imposte statali
calcolate in base alla corrente effettivamente consumata, composte da:

  • accise – imposta indiretta al consumo, applicata sull’energia consumata
  • IVA – applicata al costo complessivo del servizio, variabile in base all’uso
Chiudi il menu