PIU' ENERGIA PER LA TUA ATTIVITA'

Gas, cosa paghiamo

La bolletta del gas, come quella della luce, è uno dei documenti di cui spesso ci si limita a leggere l’importo totale da pagare. Il gas naturale rimane una fonte di energia utilizzata dalla stragrande maggioranza delle abitazioni e degli esercizi commerciali, soprattutto come fonte di energia per il riscaldamento.

Così come accade per l’energia elettrica, non è solo la materia prima che fornisce l’importo totale sulla bolletta, che è invece composta da numerosi voci.

La bolletta del gas può essere formata da sette voci principali, a loro volta composta da alcune sotto tariffe. Le voci principali che concorrono alla bolletta del gas sono:

  • spese per la materia prima gas
  • spese per trasporto e gestione contatore
  • spese per oneri di sistema
  • ricalcoli
  • altre partite
  • bonus sociale
  • imposte

Analizzandole nel dettaglio possiamo capire come sia composta la spesa finale:

spese per la materia prima gas
composta da quota fissa e quota energia. Essa viene calcola sommando:

  1. Cnem – componenete materia prima
  2. CCR – copertura rischi commerciali
  3. QVD – commercializzazione
  4. GRAD – gradualità
  5. Cpr – rinegoziazione contratti

spese per trasporto e gestione contatore
tariffa trimestrale composta da una quota fissa e una quota energia, formata da:

  1. tariffa della distribuzione della misura
  2. qt – trasporto
  3. RS – qualità commerciale
  4. UG1 – perequazione

spese per oneri di sistema
anche esse suddivise in quota fissa e quota energia, scomposte in:

  1. RE – risparmio energetico
  2. UG2 – compensazione dei costi di commercializzazione
  3. UG3 – recupero oneri di morosità
  4. GS – bonus gas

ricalcoli
voce presente in caso di ricalcoli basati su bollette precedenti

altre partite
voce presente in casi di addebiti o accediti relativi a voci diverse, ad esempio nel caso della restituzione del deposito e casi simili

bonus sociale
nel caso di bonus assegnati in accredito al cliente di tipo domestico

imposte
che sono formate da:

  1. accisa – relativa all’imposta di consumo
  2. IVA – imposta sul valore aggiunto
  3. addizionale regionale – relativa ed applicata da ogni singola regione italiana
Chiudi il menu